nowhere

1521284430Nella lingua inglese si verifica questa curiosa circostanza, per cui le parole nowhere e now here (in nessun luogo e ora qui) sono formate dalle stesse lettere, per di più disposte nel medesimo ordine, rivelando l’identità nascosta di concetti che altre lingue mantengono separati.

Ciò che riafferma la differenza presente in questa identità, separando dall’assenza assoluta l’attimo preciso in cui potersi trovare, è soltanto uno spazio.  Un vuoto separa l’u-topia dalla storia.

Uno spazio vuoto – la necessaria premessa di ogni riempimento – sembrerebbe dunque indicare il paradossale principio di ogni determinazione e la condizione di ogni possibile distinto: come la pagina bianca è possibilità di ogni segno e come il silenzio è condizione di ogni possibile parola.

Nell’apparente assenza di colore, il bianco cela l’intera gamma cromatica che ne costituisce la sostanza.
Ora voi siete qui…

nowherelogobenvenuti da nessuna parte.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...